LA SCENOGRAFIA

Il progetto espositivo « Transmissions people-to-people » conta 150 stampe, adattabili in numero e formato al luogo di esposizione, oltre ai testi annessi, un cortometraggio documentario e un’installazione multimediale.

Torino - 2019 

 

Allestita nel corridoio monumentale della Camera Italiana, la mostra prevede:

Affissione di una sessantina di fotografie a colori e in bianco e nero

(formati 110 x 73e 160 x 105cm) accompagnate dai testi tratti dalle interviste realizzate sul campo con maestri e allievi .

Installazione di quattro grandi mosaici con i ritratti dei maestri e allievi del progetto Transmissions.

 Proiezione di un cortometraggio e di un’opera multimediale.

 

Parigi - 2016  

 

L’esposizione ha presentato un centinaio di fotografie in un percorso sviluppato sui due livelli (Piano Terra e 1 Piano) della galleria con :  

 Installazione di 80 fotografie a colori e in bianco e nero (formato 120 x 80 cm) su 40 strutture auto-portanti (fronte/retro) con pannelli di testo tratti dalle interviste a maestri e allievi realizzate sul campo.

 Affissione di una ventina di stampe a colori e in bianco e nero 

 Installazione di tre grandi mosaici con i ritratti dei maestri e allievi del progetto Transmissions.

 Proiezione di un cortometraggio documentario

 

Tokyo - 2016

 

Alla Chanel Nexus Hall, le 65 fotografie a colori e in bianco e nero (formato 73x110 cm e 73x160 cm) sono state esposte con la scenografia essenziale e grafica creata dal designer e scenografo giapponese Osamu Ouchi.

Milano - 2015

Allestita nella loggia della Pinacoteca di Brera, l’esposizione ha presentato :

 80 fotografie a colori e in bianco e nero (formato 120 x 80cm) su 40 strutture autoportanti (fronte/retro) e auto illuminate commentate dalle interviste con i maestri e allievi

 intervistati dai fotografi.

 Installazione di due grandi mosaici con ritratti di maestri e allievi del progetto Transmissions

Proiezione di due video-diaporama

1/13

 © Alessandro Nalin et Tiziana et Gianni Baldizzone

©2016 Crée par Alice Santinelli